Manuale di storia delle religioni Prime – Kairafanan.co

I Contenuti Del Volume Le Religioni Del Mondo Antico I Politeismi Caratteri Generali Area Mesopotamica E Vicino Orientale Egitto Iran Prezoroastriano E Indoeuropei La Grecia Antica Celti E Germani Roma Anticao L Et Ellenistico Romana Le Grandi Religioni Dell America Precolombiana Le Religioni Di Salvezza Monoteismi E Dualismi Zoroastrismo Giudaismoo Cristianesimo Islam Religioni Dualiste Le Vie Di Liberazione E Di Immortalit India Ed Estremo Oriente Induismo Buddhismo Buddhismo Cinese Buddhismo Giapponese Buddhismo Tibetano E Bon Taoismo Shinto La Storia Delle Religioni Nella Cultura Moderna Storia Delle Religioni E Antropologia Epilogo Religione E Modernit I Nuovi Movimenti Religiosi


8 thoughts on “Manuale di storia delle religioni

  1. says:

    Volume in brossura economica, corposo, ma in cui quasi del tutto assenti sono le immagini Sicuramente una copertina rigida, dato anche il prezzo, non avrebbe guastato.Il volume ospita un corredo delle principali religioni del pianeta attuali , suddivise in capitoli, dove tuttavia la supervisione di Filoramo si nota nell amputare totalmente religioni antiche quali quelle Egizie o Precolombiane ben sfoltire quelle Indiane e Asiatiche ben soffermarsi sul Cristianesimo, particolarmente sul Cattolicesimo medievale Pare, stando al volume, che l Ortodossia cristiana sia qualcosa di poco rilevante e avvenuta in un battito di ciglia oltretutto, ad esempio.Insomma, manuale per esami universitari generici, pieni di date e riferimento alla riforma di Trento, alle scomuniche e ad altri concili, ma molto vago sul resto Qualche data delle rivoluzioni orientali, la trasposizione tra calendariet islamica e quella occidentale, differenze all internoPeccato, era l occasione buona di dare spazio alla religione in s ed alla sua evoluzione storica nel globo, non alle religioni prettamente occidentali, n a quelle a cui ci si dovuti confrontrare in tempi pi recenti, figlie di societ e civilt ultime e pienamente politicizzate.Sicuramente il volume soffre dell aver adoperato una prospettiva e quindi aver scritto un discorso storico di vecchio stampo, nella quale la storia sia un innavincente decorrere del tempo, nella quale interrogativi o quant altro risultano assenti per ti di perdere autorevolezza nella quale le date e le decisioni istituzionali la fanno da padrone senza mai piena contestualizzazione nella quale popoli e credenti n sono protagonisti attivi, n influiscono minimamente alla sua plasticit.Semmai vi ricodate del vostro manuale di storia alle superiori, salvo eccezioni o ultimi tempi, ebbene questo ne una rivisitazione molto, ma molto fedele.


  2. says:

    Il libro presenta un orecchio enorme sulla copertina che sembra quasi venir via appena lo si tocca, in aggiunta segni di qualcosa che ci si scolorito sopra e a lato la plastichina grattata Ho iniziato a leggiucchiarlo e sono soddisfattissimo del contenuto ma molto deluso per lo stato in cui me l ha fatto arrivare Pago le cose come nuove e poi arrivano come se fossero di seconda mano Quasi 26 per un libro che presenta questi difetti mi sembrano troppi


  3. says:

    Ottimo manuale data l enorme mole di culti trattati ovviamente risulta molto sintetico, ma offre tutte le conoscenze basilari e grazia alla buona bibliografia si pu facilmente approfondire un argomento di interesse Tra i capitoli vi sono inoltre delle schede antropologiche che spiegano nel modo pi semplice possibile concetti quali rito, sacrificio, sacro e profano. spesso non compresi fino in fondo.


  4. says:

    Buona manuale , anche se forse eccessivamente sintetico nella trattazione delle religioni persiane e semitiche l Islam d altro canto trattato in maniera assai esauriente Comunque abbastanza completo, molto semplice e con ottime indicazioni bibliografiche.


  5. says:

    Era un regalo per mio marito penso Gli piaccia per che lo legge molto


  6. says:

    Manuale molto interessante e ben fatto


  7. says:

    Interessantissimo, piacevole


  8. says:

    L aurorevolezza degli autori da il pregio al volume